Sull’Arancio.

da Piante medicinali italiane e loro uso popolare, Angelo Signorelli editore, 1940.

Tutti conoscono la pianta ed il frutto dell’arancio. Questo è oggi, più che pel passato, molto in uso, non soltanto perchè profumato, dissetante, ma anche saluberrimo per le vitamine che contiene. A scopo curativo si usano le foglie , i fiori ed il frutto, adoperando di quest’ultimo il succo e la buccia. La pianta è un arbusto sempreverde che può arrivare a 5 metri di altezza.

Si credette originario delle terre asiatiche perchè fu coltivato in Cina da tempi remotissimi. Recenti naturalisti però constatarono la sua presenza sull’Altopiano Etiopico ove non sembra sia stato importato.

Immagine

E’ da ritenersi fosse conosciuto dai Greci perchè in una delle leggende di Atalanta si parla di frutti d’oro alludendo evidentemente ai frutti d’arancio. La leggenda racconta infatti che Atalanta, figlia di Iaso Re di Arcadia, abbandonata, alla nascita, in un bosco, fosse allattata da una orsa. Cresciuta in età era così abile alla corsa che a caccia prendeva ogni genere di preda inseguendola. Riconosciuta più tardi dal padre e ricondotta alla reggia ebbe, per la sua rara bellezza, un gran numero di pretendenti. Ma poichè ella preferiva la sua libertà, e d’altra parte non poteva opporsi al padre che voleva maritarla, promise di sposare colui che la vincesse alla corsa, dichiarando però che dovesse essere ucciso ogni competitore perdente. Fra i pretendenti si presentò anche il giovane Milanio che la vinse perchè aiutato da Afrodite la quale gli diede tre pomi d’oro col consiglio di lanciarne uno tra i piedi di Atalanta tutte le volte che questa lo superasse nella gara. Iniziata la corsa e, naturalmente, presto superato. Milanio lanciò il pomo. Atalanta, visto il frutto meraviglioso, si chinò a raccoglierlo e della perdita di tempo approfittò Milanio per ottenere un vantaggio. La cosa si ripetette tre volte e così Milanio vinse Atalanta. I due si sposarono; ma il giovane, ebbro di felicità, dimenticò di mostrarsi grato alla dea benefattrice la quale, per vendetta, convertì gli sposi in leoni che furono attaccati al carro di Cibele, la mitica madre degli Dei.

Le foglie di arancio vengono impiegate con successo come calmante in alcune malattie nervose, specialmente nell’isterismo, nel singhiozzo, e nelle palpitazioni di cuore. Anche i fiori hanno proprietà consimili e fino dai empi antichi venivano usati contro l’isterismo ed il nervosismo in genere. Bastano due grammi di foglie secche, o di fiori, in infuso in 100 grammi di acqua bollente per ottenere una bevanda capace di facilitare la calma, il sonno e renderlo tranquillo. Facendo uso di decotti ottenuti con la parte oleosa della buccia di una arancia bollita in due bicchieri d’acqua zuccherata, finchè il liquido sia ridotto della metà, si ottiene una cura blanda ed efficace per l’uricemia. Altra efficacia, meritatissima, è possieduta dal succo del frutto, ricco di vitamine, per combattere alcune deficienze organiche, l’obesità e favorire la digestione. Le signore americane usano mangiare un arancio ogni mattina a digiuno con la credenza che questo giovi alla bellezza ed alla freschezza della loro pelle. Iosephine Baker, la negra danzatrice stella dei “tabarins”, usava per rinfrescare la sua pelle, succo di arancia misto ad acqua di colonia diluito con un buon terzo di acqua bollita, o di acqua piovana.                                                    L’aranciata bevuta calda, o fredda, durante il periodo di febbre o di malattia acuta, è ottima per dissetare, rinfrescare, e dar sollievo all’astenia pel digiuno dell’infermo. Di fiori d’arancio si ornano le spose come se ne ornavano le giovani vestali nel votarsi agli Dei.

Guido Reni: Atalanta ed Ippomene, 1620-1625

Annunci

One thought on “Sull’Arancio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...